Benvenuti nel sito del Ristorante

- aperto - open 19.30 - 01.00 - closed on the sunday - chiuso domenica - (aperto a pranzo soltanto con prenotazione per gruppi, anche piccoli)

Ristorante Enoteca

Firenze Centro Storico

Piazza di Cestello 3/r
Firenze

paneevino@yahoo.it

0552476956

p.iva 03600610483

UN POCO DI PASTA : I MALTAGLIATII PDF Stampa E-mail
petronilla
Scritto da barbara   
Sabato 11 Settembre 2010 08:23
AddThis Social Bookmark Button


SIAMO STATI CONQUISTATI.......DAI NOSTRI MALTAGLIATI (il "coperchio" di Petronilla)


Visto che ancora si trovano le fagiole fresche, questi maltagliati vanno provati:
200 gr di farina di grano duro
150 gr di farina bianca 00
3 uova
aglio
1 manciata di rosmarino tritato, sale, olio e acqua se serve.
Concedetemi una piccola finestra da dedicare al rosmarino, ros come rugiada e maris come del mare, che così dal latino ci arriva e a me piace molto. E' spontaneo sui litorali, nella macchia mediterranea, sui dirupi assolati, vicino ai laghi prealpini, in posti sassosi e collinari....insomma, una sorta di "capra" vegetale. Tante proprietà umane e "divine"....se usato come incenso o trasformato da esperta mano in elisir, come l' "Acqua della Regina d'Ungheria", che nel 1370 trasformò una principessa ottantenne, paralitica e sofferente di gotta, in una giovane seducente che venne chiesta in sposa dal Re di Polonia. La formula è segreta, si sa solamente che consisteva in un distillato di lime, rosmarino e trementina, ma non l'esatto dosaggio. Io diciamo che prediligo l'uso umano, culinario più che altro, usato con attenzione è un forte "arricchente " di sapore e odore, tanto da poter "reggere" un piatto da solo.




Fate l'impasto come meglio vi trovate: mettendo le farine sulla spianatoia, foro centrale per uova e aromi poi via di polso; in una bacinella e poi via di polso.....o nell'impastatrice. La cosa importante è la consistenza della pasta e questa la imparerete solo sperimentando, toccandola, manipolandola e stendendola.
Ognuno ha la sua mano (anche come temperatura) le regole son relative.


Usate il mattarello o la macchinetta per tirare la pasta? Anche qui decidete voi comunque sia i maltagliati son buoni un pò altini e dopo averli  tagliati a losanghe li potete conservare su di un vassoio cosparso di semola per non farli attaccare, in frigo.
Meglio sarebbe fatti e mangiati per cui la mia proposta di condimento è: i fagioli. Freschi è un'altra storia (senza togliere dignità alle tante varietà di quelli  secchi, c'è chi li preferisce) Lessare i fagioli perbene: acqua, olio, aglio, salvia meglio nel coccio a fuoco bassissimo e passarne una parte.



Nella padella dove salterete la pasta mettete olio,peperoncino e aglio intero schiacciato a insaporire bene e unite la crema di fagioli. Ora dovete solo lessare la pasta, scolarla, metterla in padella aggiungendo i fagioli interi. Spiattate nella scodella terminando con olio a crudo ( un filo, una c, come vi pare)
E' un piatto semplice che se fatto bene può avere grandi estimatori. I fagioli sono una proposta, se provate altri abbinamenti e ne siete soddisfatti e volete condividere?



{jcomments on}

Ultimo aggiornamento Martedì 02 Agosto 2011 08:50