Benvenuti nel sito del Ristorante

- aperto - open 19.30 - 01.00 - closed on the sunday - chiuso domenica - (aperto a pranzo soltanto con prenotazione per gruppi, anche piccoli)

Ristorante Enoteca

Firenze Centro Storico

Piazza di Cestello 3/r
Firenze

paneevino@yahoo.it

0552476956

p.iva 03600610483

RAVIOLI AGLI ASPARAGI CON FONDUTA DI PARMIGIANO PDF Stampa E-mail
il blog di barbara - la cuoca di Pane e Vino
Scritto da Barbara   
Martedì 26 Giugno 2012 09:59
AddThis Social Bookmark Button

GIOCHI DI CONSISTENZE

 


 

Ebbene si, vi confesserò i diversi tipi di "pasticci" che faccio in cucina. Quelli completamente senza apparenti regole (l'estro), quelli così tanto "regolati" da invitare da soli alla rivoluzione e quelli più "accademici". Ecco, questi ravioli fanno parte di quest'ultima specie, quella che mi appartiene meno e infatti, il suggerimento è partito da Gilberto. Ma Barbara ormai cresciuta e meno bizzosa, si prestata a dar corpo alla sua idea, facendola a modo mio/suo  (come spesso facciamo io e Gil al lavoro).

Si parla di un raviolo molto morbido dentro, che quasi si disfa al taglio. Molte tecniche, in questi anni di ripieni sifonati, congelati, lecitinizzati o lavorati con chimiche arti (i più famosi ma non per questo, per forza gaudenti: ravioli ripieni di olio), si sono succedute avendo più o meno successo. Noi abbiamo scelto la maniera più semplice, ottenendo un ottimo risultato.

 

 

 

 

La pasta alimentare:


150 gr di farina bianca 0
100 gr di farina di grano duro
2 uova+ 1 tuorlo
sale-acqua

Mescolate in una bastardella le 2 farine, le uova, il sale (circa 7 gr) e cominciate ad impastare aggiungendo acqua fino a raggiungere la consistenza elastica e compatta, ma non troppo dura. Avvolgere nella pellicola e far riposare in frigo per 30 minuti.

Per il ripieno (circa 24 ravioli):

2 mazzi di asparagi

sale - pepe

20 gr di colla di pesce

Si lessano gli asparagi in acqua salata, meglio in una pentola con cestello, in modo da  mantenere le punte fuori. Appena queste sono morbide, scolare e mettere gli asparagi in un recipiente con acqua e ghiaccio (si bloccherà la cottura e rimarrà un bel colore verde). Tagliate le punte, tenendole da parte per metterli sui ravioli cotti. Il resto dei gambi (500 gr.)  lo frullate con sale e pepe, aggiungendo 100 grammi di acqua di cottura dove avrete sciolto la colla di pesce, precedentemente ammollata in acqua fredda e strizzata. Va fatto solidificare in frigo, coperto con la pellicola.

A questo punto tirate la pasta, confezionate i ravioli con l'impasto che sarà diventato bello solido ( meglio se usate una sacca da pasticceria) e che, una volta cotto si riscioglierà...

 

 

 

Per il condimento, oltre alle punte condite con sale e olio e scaglie di parmigiano, ho preparato una fonduta, sempre di parmigiano, da stendere sul piatto, per poi appoggiarci i ravioli sopra.

500 gr di latte intero

200 gr di parmigiano

2 tuorli

sale - pepe

 

 

 

Grattare il parmigiano e mettetelo nel latte, a fuoco bassissimo, girando finchè non sia completamente sciolto, lasciate stiepidire e unite 2 tuorli, aggiustando di sale e pepe nero (meglio se macinato fresco) a piacere.

Ultimo aggiornamento Lunedì 06 Aprile 2015 10:58