Benvenuti nel sito del Ristorante

- aperto - open 19.30 - 01.00 - closed on the sunday - chiuso domenica - (aperto a pranzo soltanto con prenotazione per gruppi, anche piccoli)

Ristorante Enoteca

Firenze Centro Storico

Piazza di Cestello 3/r
Firenze

paneevino@yahoo.it

0552476956

p.iva 03600610483

LE MELANZANE PDF Stampa E-mail
il blog di barbara - la cuoca di Pane e Vino
Scritto da Barbara   
Mercoledì 22 Settembre 2010 12:32
AddThis Social Bookmark Button

MERLINGIANA

Non ho un orto ma non è sempre stato cosi.
Quando abitavo a Chiocchio, verso Greve in chianti, c'era un bel pezzettino di terra che con la supervisione di mio suocero (arrivava una volta alla settimana) ci ha dato diverse soddisfazioni.
C'è poco da fare, conquistarsele un pò, le cose, le rende davvero speciali e veder crescere l'orto mi faceva sentire attaccata alla vita, concreta, "massiccia" e anche un pò strega.
Dal radicchio alle patate, e fagiolini, zucchine, pomodori , una fila di cipolle, i ravanelli ...... e poi  Lei, un'unica ma incontrastata regina delle verdure: la MIA MELANZANA.
A pensarci ora mi faccio quasi tenerezza, quando l'ho colta dalla pianta, ero felice come una bimba: allora, venite a vederla è bellissima!!!!!!. Sarà forse anche per questo che quando un amico mi disse che ero come una "mlgnem" (traducendo dal lucano: melanzana) l'ho preso come un gran (decoroso) complimento.


Ora che le melanzane le compro, le scelgo minuziosamente, e forse con una passione un po'  "insana", comunque sia vi scrivo la ricetta per 6 persone considerando 4 ravioli a testa:

Per la pasta:
150 gr do farina bianca 00
100 gr di farina di grano duro
2 uova intere+1 tuorlo
sale-olio ex

Per il ripieno:
2 melanzane
200 gr di ricotta di bufala
maggiorana
sale-pepe

Per la salsa:
2 peperoni rossi
pomarola
sale-pepe

Lavorate (come preferite) nell'impastatrice o sulla spianatoia o in una bastardella, gli ingredienti per la pasta (se risulta troppo dura aggiungere un pò di acqua) e lasciatela riposare 30 minuti prima di stenderla.
Per fare il ripieno metteremo a friggere le melanzane tagliate a fette di 2 cm nell'olio bollente, scolandole con cura e asciugandole; ora le tagliate a cubetti, salandole e, dentro il recipiente nel quale avete messo la ricotta, le mescolerete a quest'ultima aggiungendo un trito di maggiorana fresca, sale e pepe.
Ora va tirata la pasta non finissima, a me piace sentirne la consistenza sotto i denti e mettete l'impasto (usando una tasca o un cucchiao)  lungo il rettangolo di pasta (nel caso l'aveste tirata con la macchinetta) distanziando a lasciare lo spazio per chiudere i ravioli. Potete spennellare con un pochino di acqua i bordi della pasta per essere sicuri che aderiscano bene.
Con un coltello o una rotella tagliate i ravioli pronti per esser bolliti (ma sono buonisimi anche fritti) mettendoli su un vassoio con un po di semola per non farli attaccare. Io li propongo con una salsa di pomodoro e peperoni rossi e qualche scaglia di parmigiano. Già la salsa; velocissima se avete già pronta la pomarola: io la faccio con olio, aglio e pomodoro; ci aggiungo i peperoni cotti interi in forno, poi spellati e sbucciati, frullo tutto insieme e aggiusto di sapore.
Gustoso piatto estivo, regge la voglia di tardare l'arrivo dell'inverno e può essere anche l'idea per un regalo ad una amica come "originale garbato complimento".
Meglio comunque usare la lingua italiana perchè il lucano.......è quasi privo di vocali e impronunciabile senza un pò di allenamento!!!




{jcomments on}

Ultimo aggiornamento Lunedì 28 Marzo 2011 10:52