Benvenuti nel sito del Ristorante

- aperto - open 19.30 - 01.00 - closed on the sunday - chiuso domenica - (aperto a pranzo soltanto con prenotazione per gruppi, anche piccoli)

Ristorante Enoteca

Firenze Centro Storico

Piazza di Cestello 3/r
Firenze

paneevino@yahoo.it

0552476956

p.iva 03600610483

NEL CAMPO DI BEA PDF Stampa E-mail
il blog di barbara - la cuoca di Pane e Vino
Scritto da barbara   
Venerdì 03 Settembre 2010 15:13
AddThis Social Bookmark Button


Nel borro con Beatrice

Conosco Beatrice da 30 anni e lei conosce me.
Lei mi chiama Bar io la chiamo Bea.
E' diventata mamma di due maschi e compagna di un Alessandro, vivono a Osteria nuova.
Cerchiamo di vederci spesso, succede di domenica e durante le vacanze ci ritagliamo sempre una settimana di convivenza. Cerchiamo di raccontarci, ritrovarci, tenere i fili dei nostri desideri, della nostra filosofia di vita, di quello che per noi è importante e importante è cercare di condividerlo con questi bimbi-ragazzini per mettere dubbi, capacità di ragionare, di critica, per riuscire ad avere la capacità di scegliere.........scegliere tra la merendine di cellophane e il pane con la marmellata.........
Per questo la casa dove vivono è un bel esempio di “scelta”: pannelli solari, fotovoltaico, orto, piante da frutta, compostaggio e una mamma consigliere di una lista civica: cittadinanza attiva, nel comune di bagno a ripoli, e che si batte per quella cosa che possiamo chiamare
la “ ridistribuzione delle risorse”.....
e anche quando andiamo a tavola ci sentiamo parte di quella cosa che io chiamo la “cucina sostenibile”.


E' chiaro che vivere in un posto del genere è un privilegio, perchè il mondo gira storto, e nella società mononucleare, in italia costruire qualcosa di intelligente è cosa da ricchi!!!! ed è per questo che invece di raccontarvi delle ricette uscite del curatissomo orto, vi voglio parlare della borragine e della bietola selvatica.

 

borragine

In fondo all'orto, tra il casottino delle galline e l'inizio del campo c'è un borro, a primavera i suoi bordi si riempiono di questa pianta selvatica, dai fiorellini blu : la borragine. Le frittelline (qui le pastelle) salate fatte con le cime sono buonissime, i ravioli con ricotta e borragine lessa, divini , con i fiori si colora l'aceto, oltre ad abbellire la tavola...


e la cosa che mi fa impazzire è che....non si vende e non si compra.Si può solo usare con cura lo spazio che abbiamo: la democrazia del territorio è anche un valore culinario, un patrimonio enorme.Nel campo troviamo anche della bietola selvatica, appena saltata in padella sarà il nostro lussuoso contorno.
Matteo e Giacomo, i bimbi, si offrono volontari per fare il caffè, a loro piace macinare i chicchi nel macinino di legno del nonno, peccato! lui lo usava per il peperoncino.........ma andato il primo sorso.......e corroborati da i due elementi di fuoco cosi miscelati ci è quasi piaciuto e a volte chiediamo loro di usare la ricetta segreta per il “caffèstrong”.    Provate, con parsimonia... non è niente male!


se vuoi ascoltare il post recitato da Barbara, click sul tato play qui sotto:

{jcomments on}

Ultimo aggiornamento Giovedì 01 Settembre 2011 13:40