Benvenuti nel sito del Ristorante

- aperto - open 19.30 - 01.00 - closed on the sunday - chiuso domenica - (aperto a pranzo soltanto con prenotazione per gruppi, anche piccoli)

Ristorante Enoteca

Firenze Centro Storico

Piazza di Cestello 3/r
Firenze

paneevino@yahoo.it

0552476956

p.iva 03600610483

RAGOUT DI COSTINE PDF Stampa E-mail
il blog di barbara - la cuoca di Pane e Vino
Scritto da Barbara   
Giovedì 04 Novembre 2010 19:05
AddThis Social Bookmark Button

Si sa, per il sugo un po' di tempo bisogna perdercelo, e questo è forse lungo più di altri ma che profumi mentre la rosticciana dora in forno e il soffritto nel tegame...

maiale

E allora, se vi ho convinto, sotto con le dosi per 6/8 persone:
1 kg di rosticciana
1 carota
1 cipolla rossa
2 coste di sedano
2 foglie di alloro
500 gr di passata di pomodoro
200 gr di vino rosso
sale-pepe-aglio-rosmarino
olio extra
Cuociamo la rosticciana con aglio e rosmarino in una teglia, nel forno a 200° per 40 minuti (abbiate cura di mettere sia l'aglio che il rosmarino sotto la carne: devono insaporire e non bruciare) ; intanto cominciamo a tritare finemente gli odori per il fondo: meglio a coltello ma se usate il mixer, almeno fate la cipolla da sola e poi, carota e sedano. Perché?.


Nel tegame dove farete il sugo mettete l'alloro e l'olio, e appena è caldo, unire il battuto a fuoco allegro, mescolando senza far attaccare e abbassando il fuoco una volta finita la rosolatura continuando fino a cottura.
Quando la rosticciana bella bruna a croccante sarà pronta, la tagliate costina costina e la mettete  nel tegame con il soffritto. Dalla teglia dove avete cotto la carne, buttate l'eccesso di unto, mettetela sul fuoco versandoci un po' di vino per deglassare, tutto il marroncino saporoso si staccherà  dandoci il sughino, e rovesciatelo nel tegame, ma passandolo dal colino fine per togliere aglio, rosmarino e altre impurità. Aggiungete anche  il resto del vino e fate evaporare; a questo punto passata di pomodoro e acqua quasi a coprire.
Girate di tanto in tanto mentre il liquido evapora cedendo il passo ai succhi della carne, ci vorrà ancora 40 minuti. Tirate su la carne, ora dovrete togliere le ossa e qualche calletto vagante, tritandola a coltello e rimetterla nel tegame dove continuerà a cuocere per 20/30 minuti finchè per consistenza, non "assomigli" ad un ragù.
Aggiustate di sale, una bella macinata di pepe e conditeci  pasta e quant'altro.
E per chi come me andava matto per pane e sugo, a merenda, vi prego: lasciate incustodito il tegame ancora un po' sporco.......magari a "pulirlo" ci pensa qualcun altro.

 


{jcomments on}

Ultimo aggiornamento Domenica 21 Novembre 2010 01:02