Benvenuti nel sito del Ristorante

- aperto - open 19.30 - 01.00 - closed on the sunday - chiuso domenica - (aperto a pranzo soltanto con prenotazione per gruppi, anche piccoli)

Ristorante Enoteca

Firenze Centro Storico

Piazza di Cestello 3/r
Firenze

paneevino@yahoo.it

0552476956

p.iva 03600610483

BAVARESE DI CAKI PDF Stampa E-mail
il blog di barbara - la cuoca di Pane e Vino
Scritto da Barbara   
Domenica 17 Ottobre 2010 14:44
AddThis Social Bookmark Button

Passione arancione, indovinelli, dolci e marmellate

caki

Golosissima di questi Pomi entrati di diritto in "ricette buonissime", curo particolarmente quelli dell'albero che vedo della mia camera e che Adriana mi ha gentilmente affidato perchè a casa sua nessuno li apprezza poi tanto, ma la marmellata che le porto dopo la raccolta, quella viene mangiata volentieri.
Fra un pò saranno pronti per la cattura ma non ho resistito davanti alla bancarella del mercato, per cui ne ho già mangiati....e come nel gioco che facevo con mia nonna, tutte le volte al primo frutto o verdura di stagione,  ho espresso un desiderio al primo morso, ma quello non si può dire, altrimenti non si avvera!!!
Questi che vedete nella foto sono solo una parte della raccolta di 2 anni fa, erano cosi tanti e belli che ho riempito il pavimento dell'ingresso di casa mia e mi ci sono pure sdraiata in mezzo...

barbara e i diosperi

Questa distesa di delizie era e tuttora é composta da 2 tipi di caki, uno più morbido e pieno di vere e proprie "lingue" succulente, l'altro più consistente e con i semi. Mai giocato a forchetta, coltello e cucchiao?
Il gioco è in pratica una scommessa, va indovinato cosa si trova racchiuso nel seme dividendolo perfettamente a metà per lungo;  nella polpa bianca si distingue chiaramente la forma di una delle tre posate,  con la sola differenza che la forchetta ha soltanto due rebbi.
Questi frutti col seme, son buoni a morsi, ma i morbidoni sono perfetti per il nostro dolce. Per 12 stampini monodose:

700 gr di caki sbucciati (circa 1 kg)
300 gr di latte
25 gr colla di pesce
3 tuorli
zucchero semolato q.b.
200 gr di panna fresca
carta forno
1 limone
ucccelli e cachi
Preparate in una bastardella i tuorli con lo zucchero e lavorateli bene aggiungendo a filo il latte caldo dove avrete sciolto la colla di pesce che avrete ammollato nell'acqua fredda. Togliete la pelle e l'interno bianco ai caki, frullateli con il succo di 1/2 limone e passateli al colino fine. Ora uniteli alla crema preparata, mescolando con cura e mettete il tutto a freddare in frigo coprendo a contatto con la carta forno strusciata con il limone evitando così l'antipatico color "cane fuendi" dell'ossidazione.
Quando il vostro impasto assomiglierà come consistenza ad un budino (ci vogliono circa 2 ore),  unite la panna montata, girando sempre dall'alto verso il basso e versatelo nello stampo che avete scelto. Deve tornare in frigo un'oretta per essere pronto, e per girarlo sul piatto abbiate cura di mettere lo o gli stampi 2 secondi in acqua calda, rovesciare e aiutarsi con un coltellino tondo per fare uscire l'aria.
Potete servirlo con una salsa o crema di cui troverete spiegazioni in: creme cremose e ricordate, non buttate i semi !!!!
Per la marmellata le proporzioni sono per 1 kg di caki: 1 limone e 1 arancia strizzati-250 gr di zucchero semolato- 250 gr di canna, la pectina in polvere che mi permette di cuocerli pochissimo, barattoli sterilizzati riempiti, chiusi e tenuti alla rovescia.


{jcomments on}


Ultimo aggiornamento Sabato 20 Novembre 2010 14:14